FAQ - ovvero quello che vorreste chiedere

Questo è un elenco, ovviamente incompleto, di domande lecite che ci aspettiamo da voi...

QUANTI ANNI DEVO AVERE PER POTER PARTECIPARE?
La partecipazione al progetto è aperta alle ragazze e ai ragazzi tra i 14 e i 35 anni di età.

IO NON SO SUONARE O BALLARE, NON RIESCO A INCOLLARE NEANCHE LO SCOTCH, NON SO COSA E' UN MIXER. POSSO PARTECIPARE?
Non è richiesta una esperienza precedente: basta una grande volontà per mettersi in gioco e imparare. Noi forniremo i mezzi, voi l'impegno...

PERIODO DI RECLUTAMENTO, ovvero entro quando posso inviare la mia adesione?
dal 16 gennaio al 15 marzo 2016 RACCOLTA SCHEDE DI ADESIONE
dal 16 marzo al 09 aprile COLLOQUI con i docenti, SELEZIONE e FORMAZIONE delle CLASSI (definizione orari e giorni delle lezioni base e dei singoli corsi).

Cosa è la FORMAZIONE di BASE?
E' il primo periodo di formazione degli Artigiani Culturali, in cui verranno affrontati tutti i temi che poi saranno approfonditi nelle 4 aree del progetto.
Sarà suddivisa in 6 incontri, a cadenza settimanale e di circa due ore ciascuno, con il seguente programma:
I° incontro
LEZIONE CONCERTO di ORGANOLOGIA degli STRUMENTI MEDITERRANEI a cura di MICHELE PICCIONE, sabato 16 aprile, 10.30-13.00

II° incontro
CONDUCTION: INTRODUZIONE alla SPERIMENTAZIONE nella MUSICA d'INSIEME a cura di BENEDETTO BASILE, venerdì 22 aprile, 18.00-20.30

III° incontro
ETNOMUSICOLOGIA e RICERCA sul CAMPO a cura di MICHELE PICCIONE, venerdì 29 aprile, 18.00-20.30

IV° incontro
INTRODUZIONE all'ARTE della LIUTERIA a cura di MIRCO INGUAGGIATO, venerdì 6 maggio, 18.00-20.30

V° incontro
SUONO e ASCOLTO a cura di ALESSANDRO VENZA, venerdì 13 maggio, 18.00-20.30

VI° incontro
INTRODUZIONE all'ETNOCOREUTICA. Le DANZE nell'AREA EUROMEDITERRANEA a cura di BARBARA CRESCIMANNO ed ELISA D'ALESSANDRO, venerdì 27 maggio, 18.00-20.30
Le lezioni si terranno nei locali di ArciTavolaTonda, in via delle Alpi 11.

QUANDO COMINCEREMO A SUONARE, DANZARE, COSTRUIRE STRUMENTI E SMANETTARE CON I MIXER?
Al termine della Formazione di Base (fine maggio/inizio giugno) inizieranno i corsi divisi nei quattro ambiti (Orchestra, Corpo di Ballo, Liuteria, Tecnici del suono).
L'impegno settimanale sarà:
- 5 ore/settimana per gli ORCHESTRALI (1h Etnomusicologia; 1h Teoria ed Educazione musicale; 1, h Corso di strumento in sezione; 1,5h di Musica d'insieme);
- 3 ore/settimana per il CORPO DI BALLO (1 ora di etnocoreutica, 2 ore di danza), alle quali si aggiungeranno - in un secondo momento - le prove con l'Orchestra;
- 180 ore complessive per i TECNICI DEL SUONO, da concordare con il docente nella loro distribuzione e durata;
- 400 ore complessive per la LIUTERIA, da sviluppare in sette mesi circa e il cui orario settimanale è da concordare con il docente.

QUALI SONO GLI STRUMENTI DELL'ORCHESTRA POPOLARE?
Gli strumenti insegnati dai nostri docenti per partecipare all'Orchestra sono: chitarra, violino, flauto traverso e flauto ney, liuto arabo, tamburi a cornice e tamburi africani, mandolino, fisarmonica, organetto, cajon e canto.

IO SUONO L'ARPA CELTICA, POSSO FARE PARTE DELL'ORCHESTRA?
Se già suoni un strumento non previsto dall'organico del progetto, puoi essere inserito nell'Orchestra partecipando alle lezioni di etnomusicologia, di teoria ed educazione musicale, di musica d'insieme con il resto dell'Orchestra.
Non possiamo però fornire le lezioni sullo strumento; sarà quindi decisivo il tuo impegno e il livello di preparazione.

SEDE DEI CORSI 
Per la Formazione di base: sede di Tavola Tonda in viale delle Alpi 11 - Palermo
Per le lezioni successive: sedi da definire (saranno comunicate durante la formazione di base) a Palermo

POSSO ASSENTARMI DALLE LEZIONI?
Ai partecipanti è richiesta la presenza ad almeno l'80% del monte ore previsto dal proprio corso, incluse le lezioni della formazione di base.

A CHE ORA E IN CHE GIORNO SARANNO LE LEZIONI?
Una volta fatta la selezione e create le classi si cercherà di trovare orari e giorni della settimana più comodi per tutti, alunni e docenti.
Secondo quanto affermato dall’UNESCO a Parigi nel 1989: «la cultura tradizionale e popolare fa parte del patrimonio universale dell’umanità, è un potente mezzo di riavvicinamento dei diversi popoli e gruppi sociali  e di affermazione della loro identità culturale»