DANZA POPOLARE


L’attività prevede la costituzione di una Compagnia di Danza Popolare di circa trenta elementi che lavorerà sul repertorio delle danze tradizionali, in particolare su quelle dell’Italia e del bacino del Mediterraneo, ma con attenzione anche a quelle dell’Europa continentale che abbiano legami stilistici con le prime, con una formazione sia pratica che teorica.

Le danze tradizionali hanno un forte potenziale di coesione del gruppo, perché nascono per essere una manifestazione sociale, un luogo e uno strumento di scambio e di comunicazione. Inoltre, passi di danza, strutture coreutiche e dinamiche all’interno delle danze sono portatrici di simboli e storie e veicolano un intero patrimonio culturale legato ai cicli dell’anno, alle feste - religiose e non - che scandiscono i passaggi della vita (nascita, ingresso nell’età adulta, matrimonio, morte…).
Danzando si percorre la geografia dei paesi e la storia delle società. In questo modo la danza diventa strumento di comunicazione e di conoscenza di sé e dell’Altro, sia esso un compagno di danza o una cultura differente.
Una particolare attenzione sarà quindi data allo studio del contesto culturale nel quale le danze sono nate e vengono eseguite tradizionalmente, soprattutto per il territorio siciliano, fornendo non solo le conoscenze teoriche ma anche le competenze per una ricerca sul campo che permetta di accrescere il repertorio coreutico, e la capacità di trasmetterlo. In questo modo forme di danza poco conosciute e quasi scomparse (come la Sciatamarra di Caltavuturo o la Sciutissa di Marineo, per fare solo due esempi) potranno essere condivise tra generazioni differenti e, grazie alla pratica, riportate all’attualità, non correndo più il pericolo di estinzione.
Si lavorerà inoltre sulla rielaborazione di passi, ritmiche e strutture di danze di origine tradizionale come materiale per costruire nuove sequenze e nuove figure coreutiche, secondo l'idea che la danza tradizionale non è un oggetto cristallizzato da conservare in un archivio museale, ma strumento vivo di comunicazione ed espressione della vitalità e della creatività umana.
Settimanalmente, per tutta la durata del progetto, saranno erogate 3 ore di lezione teorico-pratiche sul repertorio coreutico e sul contesto culturale in cui sono nate e vengono eseguite le danze.